Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Sport da combattimento

MONDIALI DI KICKBOXING: SUPER ITALIA!

Dettagli

Bratislava, Slovacchia: Chiude in bellezza l'Italia, che trionfa ai Campionati Mondiali di Kickboxing per cadetti e juniores aggiudicandosi il primo posto nel medagliere internazionale di Semi Contact e Kick Light. La nazionale rientra dalla Slovacchia con un bottino di tutto rispetto: tredici ori, nove argenti e ventitre bronzi nel Semi contact, battendo l’Ungheria, avversaria storica.

Decisive le ultime vittorie delle due squadre azzurre Juniores che, dopo aver battuto rispettivamente Slovacchia e Irlanda ai quarti si sono “scontrate” in semifinale piazzandosi al primo e secondo posto. Stessa sorte per il team older-cadetti che ha battuto in finale la Gran Bretagna. Primo posto nel medagliere anche nella Kick Light con due ori, tre argenti e tre bronzi, spodestando la Russia che guadagna invece il secondo posto.

L’Italia, è partita agguerrita con 122 Azzurri tra i 10 e i 18 anni pronti a sfidare giovani kickboxers provenienti da una cinquantina di paesi dei cinque continenti. Brillanti vittorie sono state ottenute anche nel Light contact con1 oro, 4 argenti e 4 bronzi, nelle Musical Forms con 1 oro, 2 argenti, 3 bronzi e infine negli sport da ring con un primo e terzo posto nel K-1, 1 argento e 1 bronzo nella Low kick. “Il livello di questo Campionato Mondiale è stato molto alto – dichiara Ennio Falsoni, presidente WAKO (World Association of Kickboxing Organization)- sia dal punto di vista agonistico degli atleti che per qualità dell’organizzazione e numero di partecipanti. In tempi di crisi come questi che stiamo vivendo non ci aspettavamo una simile affluenza.

L’Hant Arena di Bratislava infatti ha ospitato dall’8 al 15 settembre oltre 2.200 persone tra atleti, coach, arbitri, dirigenti e accompagnatori. Linfa vitale del campionato 1.600 giovani fighters in rappresentanza di una cinquantina di paesi tra cui: Austria, Azerbaijan, Belgio, Bielorussia, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Cina Taipei, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, India, Iran, Iraq, Irlanda, Israele, Italia, Kazakhstan,  Latvia, Lituania, Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Nigeria, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda,  Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Sud Africa, Svizzera, Tajikistan, Turchia, Ucraina, Ungheria, USA, Uzbekistan, Venezuela.

Mentre l’Italia ha battuto la Russia nelle discipline da tatami, quest’ultima ha conquistato il primo posto nella classifica internazionale degli sport da ring nelle specialità Low Kick, Full Contact e K1. “Una delegazione numerosa e fortissima quella russa, che da sempre, insieme all’Ungheria ha dato del filo da torcere alle nazionali azzurre – continua Falsoni. – Siamo comunque molto soddisfatti dei risultati ottenuti e soprattutto, la squadra cadetti e juniores è tornata motivata e pronta a dare il meglio di sé nelle prossime competizioni internazionali. Ora ci concentriamo sugli azzurri Seniores in vista degli Europei di Ankara in Turchia di fine ottobre e Bucharest (Romania) a fine novembre e speriamo di portare a casa altrettanti buoni risultati!”

Sono disponibili online tutti i tabelloni, i risultati ufficiali e il medagliere dei campionati cadetti juniores di Bratislava al seguente link: http://www.fikbms.net/it/NewsDetail.aspx?Ctn=85467

Share
   
© ILGUERRIERO.IT