Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Sport da combattimento

Gli sport da combattimento vanno a scuola al CONI

Dettagli
Categoria: Sport da Combattimento
Pubblicato Martedì, 03 Settembre 2013 17:28
Scritto da Super User
Visite: 2220

L’uomo è sempre in cerca di capire se stesso e in questa ricerca lo porta a voler conoscere meglio chi è colui che si relaziona con il mondo. La macchina umana e le sue risorse poste di fronte ad una sfida come si comporta? Gli sport da combattimento da sempre sono l’espressione di questa sfida, prima che con l’avversario con se stessi.

Roberto FragaleLa conoscenza non ha mai fine, ciò che si acquisisce non è mai definitivo, ma ciò che è definitivo è la continua scoperta che porta l’uomo a condividere le conoscenze con gli altri simili. Ecco quindi la necessità di non fermarsi a ciò che si é conseguito, ma fare in modo ciò che si é conseguito sia l'inizio per una continua crescita delle proprie conoscenze.

L’estate si sta esaurendo e come ogni fine porta un suo inizio. L’inizio della nuova stagione sportiva, come affrontare il nuovo anno, come preparare gli atleti al lavoro della nuova stagione. Queste sono alcune delle domande che un bravo tecnico e dirigente sportivo si pone per poter dare il meglio di sé con professionalità e competenza.

Al Centro di Preparazione Olimpica del CONI di Tirrenia, tramite la Scuola di Formazione Permanente "O Ti Fermi O Ti Formi" si è svolto l’1 settembre il Seminario pedagogico-didattico sugli sport da combattimento.

Questa struttura e' tra le piu' belle d'Europa sia per la sua collocazione geografica, sia per gli impianti sportivi presenti. Situato in un’oasi di verde di 43 ettari di macchia mediterranea, è sede per il ritiro e la preparazione delle Squadre Nazionali e di importanti Federazioni Sportive internazionali oltre ad ospitare stage di aggiornamento per la Major League americana di baseball e dell’Unione Europea di Ginnastica. Il centro offre una foresteria da 130 posti letto con accessibilità per portatori di handicap, ristorante da 200 coperti e bar; sala consiglio e 3 aule didattiche attrezzate con audiovisivi; sala congressi per 150 persone. Sono inoltre presenti gli uffici di alcune Federazioni Sportive Nazionali. Oltre a questo naturalmente sono presenti diverse tipologie di impianti:

Il Centro di Preparazione Olimpica del Coni ha messo a disposizione della Scuola di Formazione Permanente una apposita sala attrezzata con video proiettore, schermo, televisore, impianto audio e ovviamente aria condizionata. Sono stati più di quaranta le presenze a questo seminario, tecnici che hanno ritenuto di ampliare le proprie conoscenze concedendosi una giornata dedicata alla propria formazione, tramite la Scuola di Formazione Permanente “O Ti Fermi O Ti Formi”.

Il seminario è iniziato puntualmente alle 9.30 in quanto gli argomenti previsti e i tempi di esposizione non lasciano margini di recupero, oltre che per rispetto a quanti sono arrivati puntuali all’appuntamento. Dobbiamo dire però che tutti i partecipanti hanno rispettato l’orario previsto per i lavori.

Il Coordinatore della Scuola di Formazione, Roberto Fragale, ha introdotto la giornata di formazione, presentando la scuola “O Ti Fermi O Formi”, nata all'interno dell'esperienza di Pisaabbraccialosport. Questo è stato il programma dei lavori:

Lezione in aula

Fragale ha quindi presentato ciascuno dei relatori della giornata, il dott. Andrea Malorgio, il dott. Paolo Bernardini, il Maestro Federico Fragale, descrivendone i loro percorsi formativi per cui titolati alla presentazione di questo seminario. Lascia quindi al dott. Malorgio la conduzione della prima parte del seminario con l'esposizione di tre argomenti:

  1. sviluppo della potenza aerobica e della capacità anaerobica lattacida e alattacida negli sport da combattimento
  2. parametri utili per la periodizzazione annuale
  3. test di verifica da campo e di laboratorio

Dopo un inizio giustamente teorico sui sistemi energetici, il dott. Malorgio si é soffermato poi sull'applicazione specifica agli sport da combattimento, facendo notare come fantasia e intelligenza possono costruire test per verificare lo stato di preparazione dell'atleta. Il dott. Malorgio riesce a tenere i partecipanti attenti e concentrati sugli argomenti che espone, trovando interesse e partecipazione, come le successive domande, durante e a fine esposizione, hanno confermato.

Dopo il coffe break Roberto Fragale introduce il dott. Paolo Bernardini che presenta “Gli stati mentali dell’attivazione fisiologica incontrollata” e “Valutazione cognitivo-comportamentale nello sport”  con relativo test.

Il dott. Bernardini coinvolge i presenti stimolando domande che lo portano ad interagire su temi comuni alle esperienze dei tecnici e atleti presenti. Questa più che una esposizione è una lezione interattiva, dove sono i partecipanti a condurre la lezione, mentre il dott. Bernardini si limitava a puntualizzare gli aspetti che di volta in volta emergevano nella discussione. Puntualizzazioni che i presenti recepivano come ulteriori stimoli per porre sempre nuove situazioni su cui indagare.

Ciò che poi il dott. Bernardini tiene a far comprendere è che il lavoro dello psicologo non vuole mettere in ombra quello del tecnico, ma che deve essere un braccio del tecnico, che resta comunque il riferimento per l’atleta

Alla fine dell'esposizione viene distribuito un piccolo test su "consapevolezza corporea ed efficienza fisica" i cui risultati verranno poi presentati a fine giornata.

Dopo la pausa pranzo Roberto Fragale introduce i lavori del pomeriggio.

Inizia ancora il dott. Malorgio con il “Functional Training”, soffermandosi sul suo utilizzo funzionale agli obiettivi dell'allenatore e non al mero fitness ed a seguire  “Prevenzione infortuni”.

Il gruppo di studenti si sposta poi al campo di atletica per le sessioni successive.

Roberto Fragale e Enrico Di Ciolo

Nel frattempo arriva al Centro CONI anche il Direttore della scuola di formazione “O Ti Fermi O Ti Formi”, il prof. Enrico Di Ciolo, presentato ai partecipanti da Roberto Fragale. Tutti ormai conoscono la prestigiosa scuola di scherma Antonio Di Ciolo, per aver dato non solo alla città di Pisa ma anche all'Italia, campioni mondiali e olimpionici, tra cui Salvatore Sanzo, l'attuale Assessore allo Sport del Comune di Pisa e Presidente Regione  Toscana del CONI.

Al campo di atletica è il maestro Federico Fragale ad illustrare ai partecipanti alcuni esercizi di functional training con l'uso dei kattlebell, spiegandone l'uso e soprattutto mostrando vari esempi di esercitazioni con “transfer specifico” per la funzionalità dell'allenamento con queste attrezzature per gli sport da combattimento.  Nel frattempo arrivano alcuni atleti della Scuola Fragale che, sotto la direzione del Tecnico Beatrice Guardati, iniziano a scaldarsi. Infatti il successivo argomento previsto in questa giornata di formazione è la presentazione di alcuni test: Harvar Step Test” (su gradino) ; “1,15 mile su pista; “Test di Cooper” (dimostrazioni per gruppi)  per la valutazione dell’allenamento, con gli atleti gentilmente messi a disposizione dalla Scuola Fragale.

Terminati questi primi test da campo, il gruppo si sposta nella sala muscolazione per la presentazione di altri test di laboratorio per la valutazione: “Test di Astrand su Cicloergometro” e “Test di Balke su tapis roulant” presentati dal dott. Malorgio con la collaborazione degli atleti della Scuola Fragale.

Terminata anche questa sessione, il gruppo di sposta nuovamente in aula per la presentazione dei risultati del test somministrati dal dott. Bernardini prima della pausa pranzo. Un risultato in linea con la scuola di “formazione permanente” e ben al di sopra le aspettative degli entusiasti partecipanti, che pone la kickboxing nella media di altri sport relativamente alla "consapevolezza corporea ed efficienza fisica".

Il Prof. Enrico Di Ciolo, in qualità di direttore della scuola O Ti Fermi O Ti Formi consegna poi gli attestati di partecipazione al seminario, ringraziando gli intervenuti per aver mostrato che imparare é dare modo allo sport di crescere ,perché far bene lo sport fa bene non solo allo sport, ma soprattutto alla società nella quale gli sportivi operano.

Roberto Fragale conclude questo seminario con una serie di doverosi ringraziamenti In particolare al Direttore del Centro di Preparazione Olimpica del CONI di Tirrenia, che ha acconsentito e dato disponibilità ad ospitare questo seminario formativo e all’Assessore allo Sport del Comune di Pisa, dott. Salvatore Sanzo che ha promosso questa iniziativa.

Si conclude così una intensa giornata di lavoro prima della ripresa a tutti gli effetti della nuova stagione sportiva, con un bagaglio di conoscenze che sicuramente si aggiunge trovando degna collocazione a quello di cui già i tecnici dispongono.

La Scuola O Ti Fermi O Ti Formi, tramite i suoi dirigenti augura a tutti gli sportivi un buon lavoro e grandi successi, per la stagione appena aperta.

I partecipanti la seminario

Gli attestati consegnati dal Direttore della Scuola O ti Fermi o Ti formi, prof. Enrico Di Ciolo