Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Sport da combattimento

KILT E CORNAMUSE!!!!!!!!!!!

Dettagli
Categoria: Sport da Combattimento
Pubblicato Lunedì, 19 Agosto 2013 16:50
Scritto da dott. Michele Panfietti
Visite: 1091

Si è appena conclusa positivamente la trasferta WTKA a Glasgow in Scozia dove ero stato invitato in qualità di Presidente mondiale WKA per presenziare ad un evento che possiamo definire storico ovvero LA PRIMA UNIFICAZIONE DEL TITOLO PRO WKA - ISKA di FULL CONTACT nei 54kg !!!!!!!!!!!!!

Ad onor del vero sono stato io a dare impulso a questa unificazione che prima della mia Presidenza la federazione mondiale WKA forte del suo prestigio e del suo indubbio primato aveva sempre negato.

Io invece credo che nella vita come nello sport ci VOGLIA GRANDE LUNGIMIRANZA ed apertura mentale e che si debba levare di mezzo la politica che combina solo pasticci.

Per quanto mi riguarda qualsiasi unificazione rappresenta un punto di arrivo per gli atleti che cosi possano dirsi campioni assoluti e fregiarsi di un titolo di grande valore.

Per la cronaca ha vinto l'atleta WKA lo Scozzese Sam Allan!!!!!!!!!!

Che ha battuto ai punti dopo 12 riprese l'Americano Bobby Campbell Campione del Mondo ISKA e che nel passato fu anche Campione del Mondo WKA!!!!!!!!!!

Una sfida sportiva fantastica scandita al ritmo dell'inno Scozzese cantato a squarciagola dagli scatenati supporter dell'idolo di casa che hanno creato un'atmosfera da brivido davvero coinvolgente.

Abbiamo così rotto il ghiaccio anche nel settore PRO con il primo titolo unificato di queste due prestigiose sigle e per quanto mi riguarda ben vengano nel prossimo futuro altri di questi fantastici match quando il livello è così alto ed il risultato un incontro di così grande appeal.

Ad ottobre sarà la volta del Campionato del Mondo invece ad essere Unificato e sarà un evento da vera e propria leggenda con ben sei federazioni mondiali insieme per la prima volta!!!!!!

Non perdetevelo per nulla al mondo.

Al mio fianco in questo viaggio in terra SCOZZESE ho voluto portare il Team di semi contact WTKA per partecipare agli international Scottish Open e rendermi conto di persona del valore dei nostri ragazzi e delle loro esigenze.

Freddo a parte l'atmosfera e stata caldissima!!!!!!!!!

Persa la gara a squadre con mio disappunto......... Il team ha iniziato ad entrare pian piano in forma e così uno dietro l'altro hanno ingranato 5 vittorie e diversi piazzamenti negli individuali.

Tra i convocati hanno risposto positivamente William Zanatta che ha celebrato il suo quarantesimo anno di età con una prestazione stupenda e che ha chiuso con questa performance e quella vincente di Sheffield di poco tempo fa una carriera agonistica internazionale prestigiosa, per entrare a far parte definitivamente del gruppo dirigenziale WTKA che si occupera della Nazionale Italiana.

Potrà contribuire a trasmettere un importante bagaglio di esperienza e saggezza ai tanti giovani della nazionale che hanno bisogno di essere seguiti da mani esperte per creare un team WTKA fortissimo che possa competere ai più alti livelli ed entrare almeno nei primi 5 del mondo.

Vogliamo prenderci grandi soddisfazioni e sfidare i più rinomati team dal Team Kiraly al Team Paul Mitchell etc. etc. e faremo di tutto per far crescere i nostri atleti e fare della nazionale WTKA di semi contact come detto una delle prime 5 in grado di reggere il ritmo di qualsiasi altra grande squadra a livello mondiale.

Staremo a vedere, ma chi mi conosce sa che porto sempre a termine ciò che mi sono prefissato...

A partire dalla prossima stagione agonistica ci attendono tante sfide importanti e ci stiamo attrezzando per portarle a compimento.

Tra le tante vogliamo organizzare diversi incontri a squadre internazionali di semi e light in occasione delle tappe delle maratone marziali così da sfruttare queste straordinarie piattaforme organizzative per dare ai nostri atleti nazionali la possibilità di confrontarsi in match emozionanti ed impegnativi di fronte a migliaia di persone.

Il Team, come detto, era composto da tre persone per lo più avvisate, bontà nostra, con soli 3 giorni di anticipo!!!!!!!! In pieno clima vacanziero....... E debbo dire con un viaggio piuttosto pesantuccio alle spalle visto che a detta del tour operator questo è il periodo di maggior afflusso turistico dell'anno in questo bellissimo paese per la qual cosa ci siamo sciroppati davvero una lunga trasferta........

Ma debbo dire che nonostante tutto i ragazzi hanno dato il massimo e che la qualità degli atleti in gara era davvero buona con Gallesi, Irlandesi, Scozzesi, Inglesi che non si sono mai tirati indietro.

Se tanto mi da tanto ai Campionati del Mondo unificati ci sarà un livello qualitativo altissimo.

La squadra oltre che da Zanatta era composta da Fabio Baratto e Gianmarco Moschin.

Due ragazzi intelligenti, semplici, sinceri e sensibili.

Se questo è lo specchio della gioventù odierna, c'è da esserne fieri e possiamo dire di avere ancora delle speranze per il futuro del nostro martoriato paese perso tra veline e grandi fretelli vari.

I genitori di questi ragazzi possono dormire sonni tranquilli tra due guanciali come si suol dire e possono e debbono sentirsi estremamente orgogliosi di averli cresciuti ed educati così.

Ho avuto modo di toccare con mano i valori, la passione ed i sacrifici che portano a termine quotidianamente per realizzare i propri sogni ed è un toccasana per l'anima, afflitta dalla mancanza imperante di valori che siamo costretti a sorbirci ogni giorno dalle cronace nazionali, conoscere ragazzi così.

E' stata un'esperienza illuminante che mi è servita oltre modo per capire ancor più le esigenze degli atleti e che mi ha fatto tornare indietro di tanti anni......... Quando secoli orsono portavo i miei allievi a combattere.

Un'esperienza stupenda da incorniciare per la quale debbo ringraziare questi tre alfieri della Nazionale Italiana che hanno onorato la maglia Azzurra con grande fair play dando sempre il massimo e rendendomi orgoglioso di essere Italiano e di averli con noi.

Che dire, mille di questi giorni e di queste trasferte!!!

Il futuro è nostro.

Grazie ragazzi .........