Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Warning: getimagesize(http://www.ilguerriero.it/images/pugilato/Locandina dellevento di Brindisi.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.ilguerriero.it/home/plugins/content/fb_tw_plus1/fb_tw_plus1.php on line 1527

Pugilato

Brindisi, per una notte capitale europea della boxe

Dettagli


Il prossimo 8 giugno, la Puglia si accinge ad ospitare una grande serata di boxe internazionale. L’OPI2000 di Salvatore Cherchi si affida alla Boxe Iaia e all’amministrazione Comunale di Brindisi. È già cominciata la caccia al biglietto. L’1 giugno Cherchi sarà premiato dall’EBU migliore organizzatore dell’anno.

La città di Brindisi si prepara sabato 8 giugno, ad indossare l’abito elegante del grande evento. Il PalaPentassuglia difatti, si trasformerà per una notte, nell’ombellico della boxe europea e, nella fattispecie, ospiterà ben due titoli attualmente ancora vacanti, ovvero la cintura di Campione d’Europa Pesi Superleggeri e quella di Campione d’Europa Pesi Supermedi.

 L’evento – nato per volontà della Boxe Iaia di Brindisi e dell’Amministrazione Comunale di Brindisi – porta la firma della società professionistica milanese OPI 2000 e rappresenta, un’occasione per promuovere ulteriormente l’attività pugilistica pugliese, cominciando ad assaporare l’adrenalina, che solo i palcoscenici della boxe internazionale regala.

Da sinistra, Carmine Iaia, Luigi Iaia, Salvatore Cherchi (al centro), l'assessore Antonio Giunta e Pietro Sgaramella

Come anticipato, a Brindisi saranno messi in palio due titoli europei: la cintura dei Pesi Superleggeri se la contenderanno il 30nne pugile umbro, Michele Di Rocco (34v1s1p)e il britannico Lenny Daws (25v2p2s), mentre per quella dei Pesi Supermedi si confronteranno il tocano Mouhamed Alì Ndiaye (23v1s)e il francese Christophe Rebrasse (20v2p2s).

Tutti i dettagli della manifestazione sono stati illustrati martedì scorso a Brindisi alla presenza dei principali protagonisti della macchina organizzativa.

«Si tratta di un evento davvero speciale – esordisce il tecnico Carmine Iaia – Poter ospitare una serata di cotanto spessore tecnico non capita certo tutti i giorni. Peraltro oltre all’assegnazione dei due prestigiosi titoli internazionali, saliranno sul ring anche altri quattro pugili professionisti: Domenico Spada (categoria Pesi Medi, 6 riprese), Emanuele Della Rosa (categoria Pesi Welter, 6 riprese) e i pugliesi Andrea Manco (categoria Pesi Superwelter, 6 riprese) e l’esordiente Luigi Lapenna (categoria Pesi Welter, 4 riprese). Dal 2008, dopo circa 50 riunioni pugilistiche organizzate, abbiamo finalmente compuito il grande salto. La cosa che più ci entusiasma, è il fatto che tra non molto potremmo bissare con un altro maestoso evento targato Lega Pro Boxe».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall’Assessore allo Sport della Città di Brindisi, Antonio Giunta: «Brindisi si assurge a diventare per una notte la capitale europea della boxe – afferma raggiante, Antonio Giunta – Siamo giunti a questo evento lavorando a piccoli passi e consolidando, al contempo, un rapporto sinergico con l’organizzatore Salvatore Cherchi, del quale continuamo ad apprezzare le doti professionali ma soprattutto umane. Sapevamo di poter ambire a qualcosa di importante ma sinceramente non pensavamo di poter raggiungere questo target. Il pugilato tradizionalmente è stato sempre vicono a situazioni sociali disagiate, quindi intendiamo valorizzare questa disciplina sapendo di incentivare di conseguenza anche un’attività indirizzata soprattutto ad una determinata categoria di giovani bisognosi d’aiuto e di particolari attenzioni. Di certo per l’8 giugno saremo pronti per accogliere nel migliore dei modi questo evento».

 A concludere il trittico di interventi, l’organizzatore Salvatore Cherchi della OPI2000: «Sono felice di poter contribuire alla realizzazione di un evento prestigioso nella Città di brindisi – esordisce Cherchi – Peraltro faremo irradiare le immagini della serata (diretta su Sportitalia, ndr) praticamente nell’intero globo terrestre: nord America, America latina, Russia e Africa. Dal punto di vista organizzativo saremo assistiti da un gruppo di lavoro “capeggiato” da Carmine Iaia e dall’Assessore allo Sport, Antonio Giunta. Per il resto siamo pronti; il professionismo in Italia continua a lanciare segnali interessanti in ambito internazionale: basti pensare che circa il 70% dei pugili professionisti italiani, sono detentori di un titolo o sfidanti, quindi occupiamo le prime posizioni nel nostro continente. Anche dal punto di vista organizzativo siamo in ottima salute: peraltro il prossimo 1 giugno sarò premiato dall’EBU quale migliore organizzatore dell’anno».

Intanto è cominciata la caccia al biglietto: anello superiore €10,00 – parterre €30,00 – bordoring €50,00; per maggiori informazioni è possibile contattare il seguente numero telefonico: 347 9428957. 

Share
   
© ILGUERRIERO.IT