Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Pugilato

Per Andrea Manco, l’ottava perla in Lega Pro Boxe, arriva con un ko

Dettagli
Categoria: Pugilato
Pubblicato Sabato, 07 Giugno 2014 12:19
Scritto da Sandro Turco
Visite: 1284

Il 22enne pugile professionista di Melissano, è salito sul ring di Tolfa, nel prestigioso programma organizzato dalla OPI 2000. Per Manco, la prova contro l’italo-moldavo Lapteacruha, termina vittoriosamente per KOT

          Per il pugile salentino Andrea Manco arriva l’ottava vittoria in Lega Pro Boxe.

Ieri sera, sabato 7 giugno, il 22enne Peso Medio di Melissano, è stato tra i protagonisti all’interno del Palazzetto dello Sport in Via Della Pacifica a Tolfa (Roma), durante la kermesse pugilistica organizzata dalla OPI 2000 di Salvatore e Alessandro Cherchi in collaborazione con la Lega Pro Boxe, il Comune di Tolfa, la Boxe Massai, la Civitavecchia Ring e Leone 1947: la manifestazione è stata imperniata sulla sfida tutta italiana per il titolo europeo dei Pesi Leggeri tra il riconfermato campione Emiliano Marsili e lo sfidante Benoit Manno. 

     Come anticipato, sul ring di Tolfa è salito anche il portacolori della OPI 2000, Manco (al peso di 72 kg) e il suo avversario, ovvero il 26enne moldavo residente a Roma, Nico Ion Lapteacru (71 kg) in forza alla Paciucci Boxing Team. Il match previsto sulla distanza delle sei riprese, ha visto il suo prematuro epilogo dopo 1 minuto e 46 secondi dall’inizio della seconda ripresa, interrotto dall’arbitro romano Vincenzo Stipa, decretando la vittoria di Manco numero 8 (di cui tre affermazioni per ko e un pareggio) su nove match disputati in Lega Pro Boxe.

     «Sono felice per l’esito finale – spiega Manco – Anche se avrei voluto testare la mia preparazione sulla distanza delle sei riprese previste. Ho ascoltato le indicazioni del mio maestro Stifani, il quale mi ha spinto a forzare sin da subito i ritmi, per mettere in difficoltà il mio avversario».

     Anche il tecnico Stifani ha analizzato la sfida di sabato sera: «Come già anticipato alla vigilia del match, con Manco ho potuto seguire soltanto l’ultima fase della preparazione, quindi ho preferito non rischiare troppo – esordisce il tecnico della BeBoxe di Copertino, Stifani – Dell’avversario sapevamo ben poco, quindi la strategia migliore è stata quella di provare a spingere da subito sull’acceleratore e provare a chiudere quanto prima la disputa. Al contempo devo dire che Manco è stato bravo e puntuale nell’eseguire perfettamente lo spartito: sequenze rapide di colpi, condite da una certa intensità di forza. Già durante la prima ripresa, una serie di montanti e un tremendo gancio destro, hanno messo al tappeto Lapteacru subendo il conteggio da parte dell’arbitro. Nella seconda ripresa Manco ha continuato con una serie precisa di colpi, che hanno messo a dura prova l’italo-moldavo, il quale non ha potuto far altro che franare nuovamente sul tappeto; a questo punto, l’arbitro ha deciso di interrompere prima del limite in match, decretando la vittoria per Manco. Adesso continueremo a lavorare, cullando sempre il sogno di poter quanto prima puntare al tricolore».

     La BeBoxe di Copertino, inoltre, è stata impegnata nello scorso weekend anche a Rossano Calabro (Cs) in una riunione pugilistica; a salire sul ring, tre beboxiani diretti dal collaboratore di Stifani, il tecnico Totò Carafa: Antonio Carafa kg 54 (Schoolboy) ha vinto ai punti superando Giuseppe Crescente (Pug. Cariatese, Cariati); due sconfitte decisamente discutibili invece per Damiano Cordella kg 52 (Junior) nella sfida contro Giuseppe Osnato (Amaranto Boxe, Reggio Calabria) e per Leandro Rollo kg 60 (Senior) nel confronto contro Epifanio Andrea Matiz (Amaranto Boxe, Reggio Calabria). «Abbiamo affrontato una trasferta insidiosa – spiega il tecnico Carafa – Il programma della riunione ha previsto ben 14 incontri e la sfida principale, ha coinvolto il nostro Rollo al cospetto del beniamino di casa Matiz: sia per Rollo ma anche per Cordella, si sono materializzati due verdetti alquanto discutibili; per Antonio Carafa invece, nonostante la vittoria, il monito è sempre quello di imparare a gestire meglio la veemenza con la quale affronta i match. Per il resto un po’ di giustificata stanchezza, considerato che il rientro nel Salento è stato raggiunto solo intorno alle 5 del mattino».

DELEGAZIONE PROVINCIALE Lecce FPI P.tta Madonna di Lourdes, 30 - 73049 - Ruffano (Le)

Tel0833.693518 Fax: 0833.546072 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.delegazioneleccefpi.jimdo.com