Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Pugilato

Boxe Loreni: la serata a Rezzato

Dettagli
Categoria: Pugilato
Pubblicato Sabato, 14 Dicembre 2013 17:43
Scritto da Anna Sgarbi
Visite: 1220

Al Palazzetto dello Sport di Rezzato, nella serata organizzata da Mario Loreni, apre le danze Carmine Tommasone, che affronta l'ungherese Zoltan Horvath e vince ai punti contro un avversario ostico, a dispetto del record.

A seguire, salgono sul ring Giammario Grassellini e Gaetano Guttà, entrambi della scuderia bresciana. il match, sulle 6 riprese, è equilibrato. La quinta ripresa inizia con Grassellini che sanguina dal sopracciglio destro, e a metà ripresa circa viene fatto controllare dal medico, che ritiene il pugile idoneo al proseguimento. Nella stessa ripresa, si ferisce anche Guttà, al sopracciglio sinistro. Al termine, incontro giudicato pari.

È quindi il turno di Salvatore Erittu contro Karoly Rizsak. Vittoria di Erittu per kot alla seconda ripresa contro n avversario decisamente non alla sua altezza.

Arriva il momento di Samuele Esposito opposto al valido Petar Zivkovic.  I due pugili non si risparmiano. Alla quinta ripresa Esposito ha l'occhio sinistro gonfio quasi da non poterlo tenere aperto. Da vero guerriero, continua.

All'inizio dell'ottava ripresa, dopo che il Maestra Biagio Zurlo ha spronato in maniera decisa il suo pugile, il serbo va al tappeto e viene contato. Il match prosegue ancora pochi secondi e con una scarica di colpi, Esposito fa contare nuovamente l'avversario, l'arbitro decreta lo stop. A 0'40, è kot.

È quindi il momento del Titolo italiano Damian Bruzzese contro Maurizio Lovaglio. Il pubblico è quasi tutto per Bruzzese che però probabilmente non è nella sua serata migliore. Il pugile della OPI2000 non riesce a trovare la distanza per colpire Lovaglio, e prende troppi colpi. Lovaglio, dal canto suo, è preparato e riesce a mettere a segno più colpi sfruttando in maniera brillante le pecche del ferrarese. Le combinazioni portate sono costanti, sul sinistro di Bruzzese, Lovaglio blocca o manda a vuoto il colpo e rientra andando a segno con uno o più colpi. Verso la fine del match la stanchezza si fa sentire per entrambi e la tecnica non è sopraffina, ma Lovaglio continua ad andare a segno. All’inizio della decima, e ultima, ripresa, Bruzzese viene contato. Si rialza ma dopo poco Lovaglio lo colpisce nuovamente e, dopo essersi seduto sulle corde, va a terra. A 1’02, viene fermato il match e Lovaglio, vincendo per KOT, è il nuovo campione italiano dei massimi leggeri.

A domani, per la serata di Londra dove Leonard Bundu difenderà il titolo europeo contro Lee Purdy. Il match verrà trasmesso su Italia 2 verso le 23.
Inoltre, Adriano Nicchi da Barcellona e Alessio Furlan e Soufiene Ouerghi da Neubrandenburg.

 

Anna Sgarbi

Ufficio Stampa Boxe Loreni – Di.Pa.Sport