Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Pugilato

PANTHERS LAURI ALLA RISCOSSA

Dettagli

SEVOSTIANOV IGOR “Campione Lombardo Assoluto”
GALLO IULIANO “Vincitore XV Trofeo Adem Jashari”
Crapelli Manuel e Brignoli Marco si fanno onore

Queste due ultime settimane hanno dato lustro alla gloriosa associazione pugilistica varesina, infatti, dopo la conquista del XV Trofeo Adem Jashari, la nomina di riserva alle Word Series e il passaggio d’ufficio agli Assoluti Italiani di Iuliano Gallo, altra grossa affermazione per i colori del Panthers Lauri con Igor Sevostianov, che sabato a Bergamo ha vinto alla grande il Campionato Regionale Assoluto per la categoria dei pesi medi surclassando in finale, il favorito Nicholas Esposito di Cremona.

Con questa vittoria, il sodalizio varesino, ai prossimi Campionati Italiani Assoluti, che si svolgeranno a Galliate Novarese il prossimo dicembre, si presenterà con due pedine: nei pesi mosca con il già Vice Campione Italiano Assoluto Iuliano Gallo e nella categoria dei pesi medi con il neo campione regionale Igor Sevostianov. Analizzando la prestazione del giovane portacolori dei Panthers, possiamo dire che Sevostianov, dopo l’impresa della conquista della Cintura Lombarda, si è trovato testa di serie insieme al promettente Esposito e il loro destino si è deciso nella serata finale, dove la superiorità dell’atleta varesino è stata evidente e mirabile. Per arrivare in finale Sevostianov ha sostenuto altri due incontri, nei quarti in scioltezza superava in un derby il luinese Maffioli e in semifinale il milanese Candido già sconfitto alle cinture. Sevostianov e Gallo rappresenteranno i colori dei Panthers agli Assoluti, riportando i vecchi fasti dove agli Assoluti la squadra varesina portava sempre due, tre ed addirittura quattro atleti. Ritornando alle prestazioni, a Pristina in Kosovo, Gallo conquistava il Trofeo alla memoria dell’eroe nazionale “Adem Jashari” vincendo in finale con l’albanese Zenel Krenar, mentre sempre in finale Crapelli perdeva con il kosovaro Arian Gashi, fermato in semifinale Brignoli difronte al combattente albanese Alban Bermeta. (Daniele Coppa)

Share
   
© ILGUERRIERO.IT