Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Pugilato

Oro per Eva Magno

Dettagli

Oro per Eva Magno ai Campionati Italiani Elite Femminili a Padova

Per l’atleta della società Accademia Pugilistica Portoghese di Bari si concretizza il titolo italiano. Magno: “Adesso sogno l’Esercito e l’Olimpiade”

Bari, 01 ottobre 2013

          Spedizione d’oro a Padova, per l’Accademia Pugilistica Portoghese di Bari, al termine della XIIª edizione dei Campionati Italiani Elite Femminili, torneo organizzato dalla FPI in collaborazione con la società Padova Ring e con il CR FPI veneto. L’evento, si è svolto dal 27 al 29 settembre scorsi all’interno del Palasport Filippo Raciti. Alla prestigiosa kermesse, hanno preso parte 57 le atlete, suddivise nelle seguenti categorie di peso: 48 kg (8); 51 kg (8); 54 kg (8); 57 kg (4); 60 kg (7); 64 kg (8); 69 kg (6); 75 kg (5); +81 kg (3). A rappresentare il Comitato Regionale FPI Puglia-Basilicata, la 24enne (il prossimo 11 ottobre) Eva Magno, protagonista assoluta nei 54 kg. L’atleta sostenuta all’angolo dal maestro Antonio Portoghese, ha inanellato tre vittorie utili per conseguire l’ambita medaglia d’oro.

Eva Magno in azione      Eva, ripercorriamo il tuo cammino in terra veneta

     «Beh, l'esordio contro la lombarda Vissia Trovato della The Ring Cernusco (Cernusco sul Naviglio), è stato gestito per il meglio. Dopo un inizio votato all'attacco, mi sono limitata a gestire al meglio il match, anche perché i colpi della mia avversaria erano pesanti. Il finale si è concluso con il punteggio di 16-6 in mio favore. Giunta in semifinale, devo ammettere che la tensione si è fatta sentire un po’, anche perché contro la lombarda Alessandra Manfredini (Associazione Pugilistica Pavia) avevo già perso. Per fortuna la mia grande voglia di far bene mi ha portato a condurre un match incisivo che mi ha fruttato la vittoria per 18-11. La difficile affermazione ottenuta in semifinale, mi ha caricato al massimo, quindi giunta nell’ultimo atto, avevo davanti ai miei occhi un solo obiettivo: vincere la medaglia d’oro ed indossare la canotta tricolore. Per fortuna così è stato; ovviamente non è stato semplice, anche in considerazione del fatto che in finale, la piemontese Martina Mercinelli (Boxe Chieri), è una mancina, quindi ho dovuto trovare le misure giuste. La conclusione al termine delle quattro riprese, mi ha proiettata sul punteggio di 13-9 ma soprattutto sul tetto d’italia».

     Cosa rappresenta per te questa prestigiosa affermazione

     «Sicuramente l'inizio di un sogno, o meglio, il momento in cui si è concretizzato un nuovo obiettivo. Prima la convocazione in nazionale, ora la conquista del titolo italiano, sono traguardi raggiunti dopo tanti sacrifici e segnano un nuovo percorso».

     Un percorso che dovrebbe condurti dove?

     «Il mio sogno è certamente la possibilità di poter essere arruolata nel gruppo sportivo dell’Esercito per poi puntare verso le Olimpiadi. Per adesso comunque continuo ad allenarmi e a studiare: molto probabilmente il prossimo mese di luglio dovrò conseguire la Laurea in Scienze della Comunicazione».

     Grande gioia anche per il tuo maestro Antonio Portoghese

     «Sì, la ma felicità è anche rappresentata dal fatto di aver potuto regalare proprio al mio maestro una grande gioia. È bello vederlo orgoglioso dei miei risultati. Anche in palestra abbiamo festeggiato la medaglia d’oro, con un po’ di torta e spumante; dopotutto per me la palestra è come una seconda casa: nel pugilato difatti riesco a trovare conforto, protezione e tanta grinta».

     A Padova, sono stati protagonisti, anche Sebastiano Sapuppo (Componente Commissione Nazionale Arbitri/Giudici) e Maria Rizzardo (Arbitro Internazionale).

     Inoltre, proprio in occasione della XIIª edizione dei Campionati Italiani Femminili si è svolta la II Iª Conferenza Nazionale dei Presidenti dei Comitati Regionali in cui sono state affrontate importanti tematiche inerenti le linee di verifica e sviluppo della attività federali. Sono state analizzate le statistiche dell’attività nazionale ed internazionale relativamente al primo semestre 2013 con particolare riguardo alla costante crescita delle manifestazioni agonistiche e del trend positivo di affiliazioni e tesseramenti. A rappresentare il CR Puglia-Basilicata, il presidente Fabrizio Baldantoni.

Share
   
© ILGUERRIERO.IT