Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Arti Marziali

KARATE AVELLINO: LUCIANO NATALINO DELL’A.S.D. RAION È IL NUOVO DELEGATO PROVINCIALE FESIK-CAMPANIA

Dettagli
Categoria: Arti Marziali
Pubblicato Lunedì, 20 Maggio 2013 07:25
Scritto da Luciano Natalino
Visite: 928

È Luciano Natalino il nuovo delegato provinciale per Avellino della FESIK – CAMPANIA (Federazione Educativa Sportiva Italiana Karate).

La nomina arrivata dal comitato regionale Fesik- campania, premia il maestro di karate dell’a.s.d. Raion per la proficua dedizione al karate.

 

Si tratterà di lavorare sul territorio e di tenere i rapporti con le società sportive e con gli enti, il tutto con l’intento di promuovere l’attività sportiva.

Lo scopo di Natalino è quello di curare sempre di più i rapporti con la scuola, vero bacino di tutti gli sport. Otre a tutto questo bisognerebbe migliorare il modo di comunicare e ciò significa in primo luogo creare una rete tra le realtà che promuovono il karate, così che la Fesik possa essere sempre informata su quanto avviene, e secondariamente riuscire a comunicare tutte le varie iniziative agli organi di stampa, così che i cittadini siano sempre aggiornati.

Infine, accanto alla promozione non dovrebbe mancare la valorizzazione dei talentiche ci sono nel territorio, anche se è chiaro come questo dipenda dalle risorse a disposizione..

I Delegati Provinciali hanno il compito di  attivare un mini-circuito di gare a bassa percorrenza di chilometri al fine di coinvolgere in attività di basso costo finanziario per le varie società sportive non abituate a svolgere attività nazionale o regionale.

Il mini-circuito dovrebbe essere gestito dal Delegato Provinciale, sotto il controllo della regione.

Il traguardo è rendere le iniziative provinciali auto-sufficienti.

L’attività provinciale a bassi costi per le società è molto importante in quanto costituisce alternativa all’attività sportiva costosa.

In definitiva, quindi, lo scopo del maestro Luciano Natalino è la promozione e la organizzazione di attività fisico-sportive con finalità ludiche, ricreative e formative, organizzazione di attività sportive a carattere amatoriale, anche se spesso di tipo agonistico, di formazione e di avviamento alla pratica sportiva, di diffusione della pratica sportiva attraverso eventi e pubblicazioni.

Il lavoro che spetterà al maestro nei prossimi mesi sarà sicuramente duro e pieno di impegni con particolare attenzione alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale.