Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Arti Marziali

Judo a catinelle

Dettagli
Categoria: Arti Marziali
Pubblicato Mercoledì, 08 Gennaio 2014 18:27
Scritto da Efisio Corona & Marco Reccia
Visite: 1565

Il 2013, un anno ricco di successi, tante le gare e tanti i risultati: il Gran premio Esordienti A e B, torneo forte di 3 gare organizzate nel primo semestre dell’anno si e concluso in coincidenza del Sardinia Trophy il 1° Giugno nella bellissima Porto Torres, torneo che ha selezionato i rappresentanti delle rispettive categorie che

sono poi stati i protagonisti del 28° Trofeo Ginestrini di Firenze visto che la stessa rappresentativa si è piazzata seconda dopo la squadra di casa, torneo voluto dal Direttore Tecnico Sardegna Paolo Scanu e dal Comitato Regionale Sardo nella persona del vice presidente responsabile settore Judo Efisio Mele, che considera fondamentale per aumentare l’esperienza dei ragazzi e diminuire il divario insulare di cui soffre da sempre la Sardegna, per questo il comitato si è fatto carico delle spese per la trasferta in Toscana, risultato che premia un lavoro durato tutto l’anno; come non essere fieri della prestigiosa medaglia d’oro vinta agli Europei di kata, svoltasi nella splendida isola di Malta che ha visto protagonisti due rappresentanti di spicco come il Maestro nonché Presidente del comitato regionale F.I.J.L.K.A.M. Sardegna Gavino Piredda in coppia con il Maestro Monica Piredda; sempre a Maggio in un’altra isola – la Corsica – ci aggiudichiamo il primo posto per la squadra femminile ed il secondo posto per quella maschile, in quelli che sono le mini olimpiadi del Mediterraneo come i Giochi delle Isole; Bauladu ha preparato quello che è stato un grande successo nelle competizioni a squadre, infatti la Scuola Judo Ceracchini conquista il bronzo nel Campionato Italiano a squadre, dove ad ambire al titolo vi erano squadre blasonate come la Polizia di stato, la Polizia Penitenziaria e la Guardia di Finanza, prima squadra Sarda a salire su un podio così importante, e visto che era in diretta streaming ha incollato sugli schermi dei propri computer i tifosi sardi; grandi i risultati individuali: Gianluca Pilia della Teiko Nuoro si aggiudica il primo posto nella World Master Games ed è ancora primo nei Campionati Italiani Master; due bronzi a Parigi nei Campionati Europei Master con Gianluca Aracu della Ceracchini Cagliari e Fabrizio Muroni del Judo Club Iglesias; ancora due bronzi ma questa volta nei Mondiali master disputati ad Abu Dhabi con Piero Manca ed Alessandra Carta della Osaka Nuoro; non da meno successo sono il “Trofeo Internazionale Città di Alghero”, la qualificazione della Coppa Italia categorie cadetti, junior e senior ad Abbasanta, le qualificazioni ai Campionati Italiani di Bauladu ed i Campionati Regionali di Nuoro che hanno mostrato dei combattimenti di elevato valore. Successo anche per il nostro sito con una media di 700 accessi mensili in netto amento rispetto agli anni scorsi, tanti successi ci sono stati per i bambini che praticano questo sport ed hanno calcato i tatami di mezza Sardegna con le gare propedeutiche grazie anche ad i genitori, molti di questi sono anch’essi dei judoka “emeriti” e grazie ai tecnici, che organizzano queste manifestazioni con notevole impegno.
La nostra isola in questo 2013 non rimane indietro neanche nella diffusione dello judo a favore delle persone con disabilità, è infatti parte attiva della 7^ Giornata Nazionale dello Sport Paraolimpico con una attivissima manifestazione nel capoluogo, a conferma di ciò abbiamo un grandissimo risultato ottenuto da un’atleta non vedente, infatti il Dott. Angelo Ibba conquista sul tatami del PALAFIJLKAM di Ostia il V° Dan e il grande abbraccio continua con Andrea Zoccheddu primo atleta sardo down ad aver conseguito la cintura nera di Judo. Per tutto questo un ringraziamento va a tutti quelli che hanno permesso e hanno collaborato alla riuscita di tutti i risultati ottenuti; gli Arbitri e i Presidenti di Giuria diretti dal commissario M° Salvatore Volpi, che senza di loro non si potrebbero svolgere le gare; tutti gli insegnanti tenici con il Commissario Tecnico Paolo Scanu, che sono stati veri maestri nel forgiare e preparare i nostri atleti; Efisio Andreucetti responsabile organizzativo, Stefano Urgeghe responsabile scuola e promozione, Nicola Demuro Delegato provinciale Cagliari. Purtroppo, quest’anno abbiamo anche perso due pezzi di storia del judo isolano, il M.° Gianni Perdomi di Olbia ed il M.° Giuseppe Reccia di Assemini.
Dunque “Judo a catinelle“ in questo 2013 carico di emozioni che ha dato segnali positivi per una crescita della qualità del Judo in Sardegna. Un Augurio a tutti i nostri lettori, praticanti, appassionati, di questo straordinario sport “IL JUDO” per un Fantastico 2014 sempre sulla cresta dell’onda!!!

Sportivamente
Efisio Corona & Marco Reccia